Trattato sul Taiji di Wang Zongyue

Il Taiji nasce dal Wuji (il Vuoto) esso è la madre di Yin e Yang. 

Nel movimento Yin e Yang si separano, nell'immobilità si riuniscono e tornano al Wuji.

Nessun eccesso o inadeguatezza.
Se il tuo avversario avanza, allora cedi. Aderisci ad ogni suo movimento.

Se l'avversario agisce con forza, cedi dolcemente.

Se si ritira, seguilo mantendo il contatto.

Se il suo movimento è veloce, reagisci rapidamente.
Se il suo movimento è lento, seguilo lentamente.

Sebbene ci siano infinite varianti possibili, esiste solo questo principio.

Attraverso l'esperienza dele sensazioni dei movimenti dell'arte marziale eseguiti correttamente, si comprende gradualmente che cosa sia la "Forza Interiore" (Jin)

Con la comprensione della "Forza Interiore" si può raggiungere l'illuminazione spirituale.

Senza una pratica diligente e costante non ci può essere una comprensione improvvisa.

Senza sforzo la Forza Interiore (Jin) sale alla sommità della testa. L'energia vitale (Qi) affonda nell'addome inferiore (Dantian)

Mantieni la postura eretta.

Nascondi improvvisamente. Rivela improvvisamente.





Wang Zongyue (XV secolo)