2016 - Un Anno di Vinh-Xuan Ngo-Gia Hoang-Phap

Il 2016 ha visto il nostro piccolo club entrare ufficialmente nella grande famiglia Ngo-Gia Hoang-Phap con la comparsa dei vo-phuc tradizionali, ma soprattutto è stato un anno di crescita e di grande entusiasmo.

Gli allenamenti settimanali collettivi sono passati da 2 a 3, ed oltre a San Rocco Bernezzo e Busca, abbiamo aperto anche un nuovo spazio di pratica a Costigliole Saluzzo.
I nostri allenamenti collettivi sono strutturati in sessioni da due ore, il lunedì (Bernezzo), il mercoledì (Costigliole) e il venerdì (Busca).

Il grande argomento dell'anno è stato Ngu Hinh Tong Hop, i Cinque Animali... abbiamo lavorato a lungo e continueremo a farlo, perchè i movimenti degli animali sono alla base del nostro stile di Wing-Chun.

Il 2017 sarà caratterizzato da approfondimenti della forma base Thu-Doc Quyen, della forma dei Cinque Animali e lavoreremo intensamente sulla Sequenza di 108 Movimenti.

Ora, ricordiamo in una rapida carrellata degli eventi e dei movimenti più salienti dell'anno appena trascorso...

8 gennaio - Busca
Primo allenamento con le divise ufficiali

20 marzo - Cervasca
Trofeo di combattimento e lotta per bambini e ragazzi. Gran divertimento ed ottima prestazione dei nostri ragazzi.

3-4 giugno - Avignon (FR)
Allenamento Speciale con Master Tri sugli Animali del Vinh-Xuan.

25-28 agosto - Cervasca/Costigliole Saluzzo
Vinh-Xuan European Yearly Event. Evento di pratica internazionale dei praticanti europei dello stile Ngo-Gia, con rappresentati dalla Francia e dal Belgio.

28 settembre - Costigliole Saluzzo
Prima apertura del nuovo spazio di pratica. Grande successo ed entusiasmo dei ragazzi, soprattutto grazie all'incessante lavoro promozionale durante l'estate di Enrico Garelli

1 ottobre - Bernezzo
Sport in Piazza e promozione del nostro stile di Kung Fu ai ragazzi di Bernezzo

4 dicembre - Settimo Torinese
Matilde Garelli e Sophie Cottone partecipano alla gara di forme "Torneo di Natale di Settimo Torinese" con ottimi piazzamenti

9-10 dicembre - Busca/Costigliole Saluzzo
Allenamento intensivo no-stop con Master Tri

Vinh-Xuan Yearly Event 2016 - Italia

Si è svolto nelle località di Santa Cristina di Costigliole e San Bernando di Cervasca il tradizionale Vinh Xuan Yearly Event, un allenamento intensivo di 4 giorni tra praticanti di Kung fu Wing-Chun  provenienti da Italia, Francia e Belgio.

Dal 25 al 29 agosto, sotto la guida del maestro Vu Khac Tri, il gruppo si è allenato quotidianamente dalle 8.00 alle 12.00 e dalle 13.00 alle 18.00 per circa 9 ore al giorno.

Alla sera momenti di festa ed allegria contornati da combattimenti improvvisati e prove di agilità.

Preparazione fisica ed energetica, studio tecnico delle forme ed applicazioni al combattimento ed alla lotta sono stati i punti chiave dell'Intensivo.
Il Vinh Xuan Ngo Gia Hoang Phap (Wing Chun della Famiglia Ngo - Sistema Hoang) è uno stile interno che lavora principalmente sulla struttura biomeccanica del corpo e sull'ottimizzazione delle funzioni fisiologiche di base per ottenere la massima efficienza psicofisica utile nel combattimento, nella difesa personale, ma anche e soprattutto nel miglioramento della salute e delle performances sportive e lavorative.
Pertanto una gran parte del tempo è stata dedicata al lavoro sulle posture statiche e dinamiche, al corretto allineamento strutturale, allo sviluppo dell'energia (qi) ed alla sua corretta distribuzione in ogni parte del corpo, alla sincronizzazione del movimento.

Stage Internazionale di Avignon (Francia)

Tra il 5 ed il 6 giugno 2016 si è svolto ad Avignon un allenamento speciale dei praticanti europei del Wing-Chun vietnamita.
Sotto la guida del maestro Vu Khac Tri, praticanti provenienti dall'Italia (noi), Francia e Belgio si sono allenati per 2 giorni consecutivi per almeno 8 ore al giorno.
I temi sviluppati sono stati molti, ma l'argomento principale è stato lo studio e l'applicazione della forma della Tigre Ho-Quyen e il perfezionamento della forma dei Cinque Animali.

Trofeo Piccola Tigre 2016

Domenica 20 marzo si è svolto a Cervasca il tradizionale Trofeo Piccola Tigre organizzato dall'ASD La Piccola Foresta, gara di lotta e combattimento per i ragazzi fino ai 15 anni.

Anche il nostro piccolo gruppo del Vinh-Xuan ha partecipato... ed ha partecipato con onore.

Tutti quanti hanno combattuto come tigri, sia nella lotta sia nel combattimento e indipendentemente dal numero di medaglie e di vittorie, quello che più mi rende felice è l'unione del gruppo, l'entusiasmo e la qualità tecnica che migliora ogni giorno di più.

Come dico sempre a me non interessa vincere (nemmeno partecipare, mi perdoni De Coubertin), mi interessa partecipare bene, dando il massimo a livello fisico e mentale.

Ogni volta che affrontiamo qualcuno o qualcosa è sempre una sfida contro noi stessi in cui ci misuriamo con i nostri limiti e le nostre debolezze. A ben poco serve una medaglia se vinta contro un avversario molto più debole o per mancanza dell'avversario. 

Un pezzo di metallo che troverà presto il suo posto al fondo di un cassetto o in una scatola in solaio non potrà mai sostituire la soddisfazione personale di aver fatto molto più di quanto non ci si sarebbe aspettato, soprattutto quando si guarda indietro al proprio percorso di crescita.

Album fotografico sul gruppo Facebook di Vinh-Xuan Italia






Perchè ci Alleniamo al Rilassamento?

Perchè ci alleniamo al rilassamento?

Perchè è lo stato naturale della nostra vita, la maggior parte del tempo noi siamo in uno stato di rilassamento, più o meno profondo.

Se impariamo a rilassarci meglio ed in ogni situazione, possiamo riposare meglio, avere una salute migliore e godere al meglio delle nostre vite.

Gli esercizi che pratichiamo sono costruiti a partire da uno stato di rilassamento fisico e mentale. Ci sono movimenti diversi che facciamo, da soli o in coppia, ma mirano a farci acquisire uno stato di rilassamento in ogni situazione.

Rilassamento significa che i muscoli del corpo non sono contratti e che la mente è in uno stato di tranquillità. E' uno stato in cui cervello, sistema nervoso centrale e muscoli sono a riposo.

Ma è possibile rilassare tutti i muscoli? No, certo che no. Mentre alcuni muscoli si rilassano completamente, ce ne sono altri che mantengono la struttura, altrimenti collasseremmo al suolo.

Così rilassamento significa eliminare tutte le tensioni non necessarie... eccessive. Questo è il significato del detto "tensione in rilassamento e rilassamento in tensione".

Il nostro approccio è integrato. Non si deve dividere il corpo in diverse sezioni e diversi muscoli, ma il corpo deve essere allenamento come un'unità. Un "blocco unico".

Un Nuovo Sito

Volevo creare un sito ufficiale, ma preferisco fare un blog più personale in cui parlare delle esperienze e idee scaturite dalla pratica del Vinh-Xuan con il mio gruppo di pratica. 

Non sarà quindi una copia di altri siti sul Vinh-Xuan, perchè ritengo che un'Arte Marziale sia innanzitutto un'Arte ed un'Arte dev'essere l'espressione stessa dell'Artista.

Ogni Artista ha il suo Stile, ma quello Stile è sempre Unico e Speciale.

Un po' di storia personale.

Fra il 1994 e il 2002 ho praticato lo stile vietnamita del Binh-Dinh Sa-Long-Cuong con Franco Crisci.

Ero diventato uno degli istruttori della scuola, ma ad un certo punto del mio cammino ho percepito una stasi, un plateau. Non c'era più crescita.

Con il mio amico Paolo Lovera ho costituito l'ASD La Piccola Foresta ed abbiamo ricominciato a studiare, a crescere, a confrontarci con tanti altri maestri e stili.
Prima siamo entrati nell'orbita della Federazione Italiana Kung Fu Wu Shu (FIWuK) e poi del Viet-Chi System International del G.M. Phan Hoang.
Contemporaneamente mi confrontavo con praticanti di Taijiquan, Systema e Wing Chun.

Ero stanco di collezionare "tecniche" e "forme". Sentivo di non percepire l'anima dell'arte marziale, ma solo il suo guscio più esterno, la sua estetica... ma senza potere.

C'era qualcosa che non quadrava ancora... volevo qualcosa di più profondo.

Qualcosa che migliorasse veramente la mia salute ed allo stesso tempo permettesse una migliore espressione delle mie capacità psicofisiche.

Qualcosa che mi spingesse a migliorare davvero ad un livello fisico, ma anche energetico e mentale.

Nel 2010 ho conosciuto Davide Nucera ed è nata una bella amicizia.

Con lui ho cominciato a conoscere il Vinh-Xuan prima e il maestro Vu-Khac-Tri poi, nel 2011 in un incontro a Milano, in cui si era affrontato principalmente il discorso della mobilità e dello sviluppo fisico che master Tri chiama Khi-Cong.
Fin da subito mi è parsa come l'Arte Marziale che ho sempre cercato... ma soprattutto ho conosciuto delle persone che sono prima di tutto amici.

Il mio approccio è legato alla tradizione, ma dato il mio background scientifico, rivolto a comprendere la biomeccanica e il funzionamento psico-fisico per una performance sempre migliore.
Questo blog vuole diventare soprattutto una raccolta personale dei miei pensieri e delle nostre "scoperte" durante la pratica.

Grazie per aver dedicato del tempo a leggere questa piccola presentazione.
Se ti fa piacere puoi tornare a visitare regolarmente questo sito per vedere come stiamo andando con i nostri studi e la nostra pratica.

Il blog sarà arricchito con articoli e informazioni interessanti. Presto verrà creato anche un canale video.

La Struttura di una Sequenza (Quyen)

Nel Sistema Vinh-Xuan vi sono alcune sequenze, dette forme che si apprendono lungo il percorso di studio.

Si comincia con il Thu-Doc Quyen (la forma statica in cui si muovono solo gli arti superiori) e si prosegue con la Ngu-Hinh Tong-Hop Quyen (la forma che si ispira ai movimenti dei cinque animali della tradizione del kung-fu: serpente, drago, tigre, leopardo e gru).

La Forma dei Cinque Animali ha una sua struttura particolare ed è piuttosto complessa.
Una sequenza è come un testo, una poesia, formata da paragrafi e frasi.
In questa sequenza ci sono 5 paragrafi, ognuno riferito ad un animale.

All'interno di questi paragrafi ci sono sequenze minori o frasi... e queste frasi sono formate da parole o movimenti più semplici... e questi ancora in lettere o posizioni e movimenti ancora più semplici.

Studiare una forma nel suo dettaglio è come apprenderne la struttura grammaticale... 
Quando si conosce bene una struttura è possibile capirla, vedere quando è eseguita correttamente, se è efficace, se è elegante, se mantiene lo "spirito" degli animali.

Nello studio della forma bisogna quindi comprendere i dettagli più minuti, studiare le posizioni corrette, come sono posizionati i piedi, ma soprattutto la schiena e poi le braccia, le mani, le dita...

Quando la struttura è corretta, quando non ci sono più errori grammaticali, allora è necessario osservare la fluidità, comprendere dove va la punteggiatura nella frase... e poi come sviluppare fluidità e potenza insieme...